testi.xyz

4quarti – pastiglie testo

attendere prego...

[testo di “pastiglie” feat. will busetti]

fuori piove
rimango dentro da solo
il vuoto che ho dentro

non lo colma l’oro
fuori silenzioso
ma dentro un frastuono
mi mangio il mio stesso cuore dicono che è buono

ti chiamo e non rispondi
sarà che sei occupata
noi due siamo tra due mondi
paranoie fanno strada
le paure una sfilata
mi guardi e in pochi secondi

tolgo le tue vesti grigie
quasi come il tuo sorriso
siamo stanchi ma assecondi
per dormire uso pastiglie
senza leggere l’avviso e

questo verde cura l’ansia
ma dopo poco mi passa
ma solo se sto con te
posso dire adesso basta
le insicurezze fanno danza
una nube tossica in stanza
scompaio nel buio nell’ombra
nessuno nota la mancanza
prendimi la mano
devo andarci piano con te
svanisci nell’aria
mi schianto ogni volta
sono vivo solo sì grazie all’airbag
sono morto dentro
non so più il mio nome
devono ancora assegnarmi il girone
ma intanto consolo dal pianto
lei che ne ha bisogno
io ho solo bisogno di amore
ho bevuto troppo
sì tra poco crollo
non ti do la buonanotte
dormi meglio senza me
ciò a cui tengo è morto
ho tutto sotto controllo
dice chiama e te la porto
del mio mondo sono il re

un’altra avventura e noi siamo finiti
maschera sul viso come dei banditi
non passiamo certe cose da bambini
usciamo di notte come dei vampiri

bandana in banca
sì come banditi
la vita stanca
solo in due respiri
per me i tuoi occhi
sono un labirinto
la vita è un gioco
e se mi baci ho vinto
dopo la morte
non è finita
dopo l’amore
solo ferita
faccio la guerra
con gomma e matita
uccido persone
schioccando le dita
perché sta vita
è una sala slot
c’è sempre chi vince
e chi invece no
cara tu portami in aeroporto
hai perso il cuore
te lo riporto
la rabbia mi acceca
non so dove vado
ma non importa
sei bella al tatto
penso al futuro
da quando nato
voglio il tuo nome
su un tatuaggio
[will busetti]
la tristezza mi rincorre
sì, ma non mi prende
niente lacrime nascoste
dentro un occhio verde
un amico beve troppo
no non si riprende
sempre stato malandrino
no non si direbbe

e dimmi come faccio senza te
nube di tempesta
fuori piove
resto in casa mia
poi conto chi resta
al posto del cuore ho cartapesta
per questo ti mando via
avevo tra le mani la speranza
ma non era mia
fango tra le scarpe
corro nella via
volevo viaggiare tipo
che l’aereo
lascia dietro una scia
partire sì e non tornare
posso solo farmi odiare
non posso andare all’altare
se ti chiamo e c’è segreteria

- 4quarti testo

Testi di Random