testi.xyz

1998 – vipere testo

attendere prego...

come faccio ad andare veloce, senza essere preso? (senza essere preso)
come faccio ad andare avanti, senza tornare indietro? (senza tornare indietro)
ho preso quel paio di scarpe, e l’ho fatto per te (e l’ho fatto per te)
adesso ti odio, sono di parte, ma non sono più in me

non so più scrivere, scrivere
perché non so più
perché non so più

scrivere, scrivere
sto in mezzo a queste vipere, vipere
mentre tu ti salvi ormai
dimmi te come fai?
come fai, come fai?
ormai

dimmi te come stai, come stai?
io che non so più niente (io che non so più niente)
so che non sono cazzi miei
ma mi interessa da sempre (mi interessa da sempre)
sono stato con questa
facevo finta fossi tu (facevo finta fossi tu)
non ha funzionato
come funzioni tu

e allora dimmi
come fai ad andare veloce, senza essere preso (senza essere preso)
come faccio ad andare avanti, senza guardare indietro
ho preso quel paio di scarpe, come volevi te
adesso sei così lontana che
perché non so più

scrivere, scrivere (che non so più)
sto in mezzo a queste vipere, vipere (che non so più)
mentre tu sei salva ormai
dimmi te come fai
come fai, come fai
no no

perché non so più scrivere, scrivere
sto in mezzo a queste vipere, vipere
mentre tu sei salva ormai
dimmi te come stai?
come stai?

perché non so più scrivere, scrivere (no no)
sto in mezzo a queste vipere, vipere (no, no)
mentre tu sei salva ormai
dimmi te come fai
come fai, come fai?
ormai
perché non so più scrivere, scrivere (come stai?)
sto in mezzo a queste vipere, vipere (come stai?)
mentre tu sei salva ormai
dimmi te come stai, come stai, come stai?
come stai?
come stai?

- 1998 testo

Testi di Random